L’Italia nel web…


di Gizzi Pierfrancesco

Salve a tutti!

Molto tempo fa, sempre su questo sito, vi presentai il progetto Volunia, idea innovativa e 100% Made in Italy. Ecco qui il link del vecchio articolo per chi ancora non conoscesse questo motore di ricerca: https://cogitanscribens.wordpress.com/2012/02/16/volunia/

Ma si sa che nel campo dell’high-technology la velocità di innovazione è molto elevata e questo fa si che nel giro di pochi anni, o addirittura pochi mesi, si abbiamo delle innovazioni migliori di quelle  esistenti. Allora qui vi presento (come hanno già fatto fonti più autorevoli di me) Istella e Quag.

Istella è un motore di ricerca che permette che si propone tre obiettivi: Cercare, Condividere e Contribuire. Cos’ha di nuovo? Sembra un normale motore di ricerca. Beh, a parte che è Made in Italy, poichè prodotto da Tiscali, bisogna aggiungere due cose. La prima è quel Cercare: infatti non ci si limita alla semplice ricerca sul Web ma si esplorano anche vari Archivi (storici, di programmi, ecc) e il sapere comune (quello che gli altri utilizzatori mettono on line contribuendo alla sua costruzione, sulla falsa riga di Wikipedia). Piccolo appunto: i partner di Istella sono il MIBAC, TRECCANI, LaPresse, Guida Monaci, Blom CGR, per non parlare dei partner tecnici dove c’è l’università di Pisa, insomma diciamolo, questa si che è una vera e propria  valorizzazione delle migliori risorse dell’Italia. L’altro punto è Condivisione: chiunque con il suo “bagaglio culturale” può facilmente mettere sul web le sue conoscenze; basta una registrazione e si carica tutto sulla propria pagina, cosicché chiunque possa favorire della nostra conoscenza.
Per maggiori info: http://www.istella.it/presentazione

Quag non si allontana molto dall’idea di Volunia, ciò quella di non abbandonare l’utente alla semplice ricerca, ma di assisterlo anche dopo. Infatti una volta che attiviamo la ricerca, ci vengono proposte tutte quelle persone che hanno fatto la nostra stessa ricerca in modo tale da permetterci di chiedere a queste, consigli o aiuti, così da ridurre il tempo di ricerca e allo stesso tempo migliorarlo. Infatti, come si legge nella mission, si cerca di attingere dall’esperienza altrui, cosa che i maggiori motori di non fanno cosicché si perde tutta quella parte di conoscenza potenziale, utile all’utilizzatore. Quag può essere utilizzato appieno anche con un add-on su Google, per chi non è avvezzo al cambiamento.
Per maggiori info: http://www.quag.com/it/page/quag/

Questo è quello che ci propone la nostra Italia, speriamo che idee così innovative, coraggiose e all’avanguardia, nascano anche in altri campi, oggigiorno abbastanza aridi dal punto di vista dell’innovazione.

Annunci

Volunia…


di Gizzi Pierfrancesco

Signori e signore vi presento Volunia.
Non so se avete sentito questo nome prima d’ora, ma questo Volunia è un innovazione ideata e progettata in Italia.

“Volunia nasce dall’incontro tra Mariano Pireddu e Massimo Marchiori e dalla loro condivisa convinzione che il web avesse delle potenzialità ancora inespresse e che qualcosa di innovativo, rispetto all’esistente, dovesse significare necessariamente un modo nuovo di esplorare e vivere la rete, da parte degli utenti di tutto il mondo.

Prende così forma il concetto del SEEK & MEET (cerca & incontra), due innovazioni complementari che rivoluzionano sia il modo di cercare nel web che quello di incontrarsi nel web. Il tutto per offrire una nuova esperienza visiva e di socialità integrate in un unico servizio aperto a tutti e senza l’obbligo di registrazione”.(tratto dal sito Volunia)

Adesso capiamo alcune piccole cose.

tu, studente, dev fare una ricerca per un progetto da presentare alla classe, cosa fai?
1) vai su un motore di ricerca qualsiasi, digiti la tua parola o argomento da cercare e via; il motore di ricerca ti trova moltissimi risultati su quell’argomento che a te basta scegliere e cercare;

2) ma a volte non si trova subito quello che si cerca, allora la maggior parte delle volte si va su dei forum, o sui social network per chiedere a qualcuno se sa dove possiamo trovare quello che ci serve;

3)trovato il sito (che può contenere le informazioni a noi necessarie) comincia la seconda grande ricerca delle informazioni a noi necessarie.

 Quanto tempo occorre per fare tutto questo? Molto! Ma come si dice spesso nelle televendite caro studente ho la soluzione hai tuoi problemi: Volunia.

Volunia non è un altro motore di ricerca (sennò che razza di innovazione sarebbe), ma è più, continuiamo con l’esempio:
1.1) devi cercare qualcosa sul web, bene metti la tua parola o argomento nella barra di ricerca ed avrai tutti i risultati che avresti con un altro stesso motore di ricerca (funzione SEEK, cerca);

 2.2) non trovi la parola che cerchi? Nessun problema, volunia è anche MEET: quando siete sulla Homepage di Volunia avete un barra nella parte alta dello schermo che non vi lascerà mai e lì potete vedere tutte le persone (NB sempre rispettando la privacy) che sono su quella pagina oppure se ci sono dei vostri amici collegati con cui poter parlare e cercare insieme. Con Volunia non servono più né social network né telefonate dispendiose agli amici, basta collegarsi con volunia, diventare amici e con pochi semplici click trovare, insieme, quello che serve;
3.3) adesso siete arrivati alla pagina che secondo voi contiene il vostro “tesoro”(le informazioni che state cercando) ma il sito a volte può tramutarsi in una giungla inviolabile per cui diventa veramente un eccessivo dispendio di tempo. Volunia invece vi assiste anche qui, anzi, anche prima: viene creata una mappa dove voi potete cercare l’argomento che vi interessa senza ancora entrare nel sito; potete anche vedere se c’è già qualche vostro amico in quel sito, pensate un po’.

Certo, voi lettori, adesso non ci credete, anzi vi starete domandando come sia possibile tutto questo? Oppure, “Cosa sta dicendo? Non riesco a capire che cosa sta farfugliando?

Vedere per credere e per capire meglio: http://www.unipd-cmela.it/volunia/