La disarmante stupidità di certa critica antigrillina (è in buona compagnia)


Immagine

“Ecco a voi il video che ha dato inizio al dibattito più interessante del secolo nel frusinate. Guardandolo dopo le segnalazioni indignate  di molti compaesani  non ho visto altro che qualche battuta sulla bellezza prorompente di Frosinone e provincia (di una goliardia davvero innocua) e una coda dedicata a un ragionamento politico serio e argomentato. L’aspetto interessante questa volta non è stato lo stesso messaggio quanto l’esegesi del Grillo pensiero messa in atto dai motori dell’antigrillismo. Una serie di interpretazioni sparse per il web e non solo che minano alle basi della logica più struggente in nome di una piccola e becera ideologia da salotto. Davanti a queste critiche timide e ininfluenti non potremo che essere sommersi dalla valanga a cinque stelle. La retroguardia, infatti, sembra  essere armata di spade di legno. Alle critiche sul modello di Report, a quelle sul funzionamento para-democratico di quel gruppo o, ancora,  a quel bersaglio facile che è il tenore del dibattito politico interno (dall’ormai aulico “vaffa” ai vari surrogati) le spalle deboli di cui sopra preferiscono arroccarsi nel proprio fallace rancore regalando il podio del bon ton e dell’onestà intellettuale a Grillo, a prescindere dall’idea che si può avere dell’individuo e dei suoi seguaci. Davanti a un capolavoro semmai della videografia trash di scarsa qualità non sappiamo fare niente di meglio che prendere alcune parole, legarle al filo della nostra avversione verso il movimento pentastellato e ordire così un ragionamento fazioso e inutile.  A.A.A. Fantasia al potere cercasi.”

Questo avrei voluto scrivere a commento del video pubblicato recentemente in cui Beppe Grillo cita semplicemente alcuni piccoli centri del basso Lazio. Per spezzare una lancia una tantum in nome di un giudizio sincero. E invece ho appreso, poco prima di chiudere questo articolo, che il video è stato rimosso. Sarà interessante, d’ora in poi, osservare questa guerra di logoramento che si concluderà con la vittoria non tanto del più intelligente, quanto del meno scemo.  C’è da ben sperare.

Vittorio Gapi

Annunci