Consiglio comunale del 23-7-2013: quello che non troverete mai scritto sui verbali


In protesta con l’immenso ritardo (ergo rifiuto tacito) dell’amministrazione a consentire la ripresa web del consiglio comunale cittadino scriverò dell’esperienza della personale esperienza avuta durante le due ore di consiglio a cui abbiamo assistito: dalle 12:15 alle 14:15.

Non  parlerò nel dettaglio degli argomenti, bensì delineerò quei comportamenti dei nostri rappresentanti che più ci avrebbero colpito se avessimo osservato queste due ore riprese da una telecamera in streaming: ciò che dai verbali mai e poi mai verremmo a sapere.

-Consiglieri assenti in aula e democrazia partecipativa-

Quando i consiglieri di opposizione presenti (Caligiore, Ciotoli e Del Brocco) evidenziano l’assenza dei consiglieri di opposizione usciti in quattro-cinque per differenti motivi il consigliere D’Annibale rassicura i tre affermando che nel caso in cui non ci fosse il numero legale avrebbero fatto votare il pubblico presente ad assistere il consiglio.
Che siano i primi passi per l’inizio di un processo partecipativo, slogan della giunta Maliziola, sinora mai attuato?

Vuoti di…stomaco-

Durante l’intervento del consigliere Caligiore (ore 14) dalle fila dell’opposizione si elevano alcune critiche: semplici proteste politiche?
Macchè è ora di pranzo quindi il consigliere Carlini kissingerianamente commenta “sbrigat che tenama ì a magnà..”

-Diritto di parola-

Il consigliere Caligiore chiede di poter intervenire dopo l’intervento del compagno di banco d’opposizione Ciotoli ma il Presidente del Consiglio Comunale, sempre Ciotoli, inizialmente nega il diritto di parola allo stesso e decide per la votazione, poi ritorna sui suoi passi e, giustamente concede il sacrosanto diritto al consigliere pidiellino.
Fondamentale in tal senso l’onesto contributo di un consigliere di maggioranza che riconosce l’irregolarità delle operazioni e indirizza a più miti consigli il Presidente con gli effetti di cui sopra.

Conclusione

Vi consiglio di vedere il consiglio comunale: non è una semplice assemblea.
In venti minuti potreste guardare negli occhi tutti i personaggi che hanno fatto il bene ed il male della nostra città, capire le alleanze, le inimicizie, le finte cortesie o la semplice onestà di chi ci rappresenta.
Godetevi gli istanti prima di ogni votazione, gli sguardi di chi non sa cosa votare senza il cenno dell’altrui capo (non volendo ho dato un doppio significato all’ultima parola) e capirete meglio la politica della nostra città.

Gianluca Popolla

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...