Corsi e ricorsi storici: un paio di dimissioni importanti


Manuela MalizionaSi dimette Corsi, si dimetterà il sindaco? Ciò che resta di buono in politica è destinato a finire presto. Poco più di un anno è bastato per sgretolare una maggioranza debole, fondata sul desiderio di riconferma: un obiettivo sicuramente centrato con buona pace della polvere sotto il tappeto. I problemi irrisolti tornano a galla, Manuela è giovane, donna, insomma piace, peccato non essersi accorti prima del suo difetto maggiore: la mancanza di coscienza critica. Col senno di poi questo sindaco ha dimostrato di non essere particolarmente indipendente dai propri creatori, i quali però si erano illusi di avere tra le mani l’ubbidienza di un Frankenstein qualsiasi. Purtroppo le creature d’arte sopravvivono, anche politicamente, alle vicende dei creatori e non di rado sanno svincolarsi da eredità detestabili e storiche zavorre. Intestarsi il wifi libero nel centro città, puntellare la buona idea di un campo da beach volley in un parcheggio degradato (leggi Camillo Maura) e soprattutto prendere su di sé gli allori dell’apertura al pubblico del parco di Castel Sindici, sono i passaggi di un bottino elettorale che neanche il becero provincialismo di questi politici obsoleti riuscirà a scalfire. Chissà che non si possa vedere, nel prossimo futuro, un civismo finalmente sano, animato da buoni sentimenti, salire nelle stanze del potere con le mani libere. Stiamo a guardare.

Giovanni Proietta

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...