Il Festival di San Remo ceccanese….


di Gizzi Pierfrancesco

Si cercherà di creare una dolce ironia sul periodo pre-elettorale ceccanese spero vi possa divertire ma allo stesso tempo far pensare, almeno un pò.

Iniziamo il nostro show con la vincitrice quest’anno del Festival:

Non è l’inferno, ma non comprendo…(Emma)

A due anni dalle elezioni amministrative comunali di Ceccano, i motori della politica ceccanese cominciano a riscaldarsi. Il semaforo verde è ancora tardo a lampeggiare, quindi prepariamoci meglio che possiamo; che vinca il migliore.
Si cominciano ad attaccare manifesti in giro per Ceccano consumando inchiostro e carta a go-go al fine di presentare, e far così conoscere, i “nuovi” candidati…aspettate!! Ma sono sempre gli stessi!! In poche parole mi state dicendo che si sta ricandidando la stessa gente e nonostante questo vengono attaccati anche i manifesti?? A che pro?? Oramai i cittadini vi conoscono a memoria; c’è forse qualche cambio di simbolo ma il “Campione” è sempre lo stesso. Cara Emma di certo non sarà l’inferno ma, come dici bene tu, <<non lo comprendo>>.

Son solo parole, le nostre sono solo parole…(Noemi)

Vabbè cara Noemi, se tu componi canzoni così prima delle elezioni politiche, tagli lavoro a critici, letterati e comici. Che cosa posso dire? Sono solo parole. In questa Italia così troppo politicizzata dai partiti (e non dal popolo), soffriamo molto di quello che in economia viene definito <<effetto annuncio>>. Per chi non lo sapesse l’effetto annuncio non è altro che la fiducia posta in un politico, con il voto, ad una sua promessa elettorale: di questi tempi così innovativi sarebbe più facile credere, come diceva un vecchio cartone Disney, <<agli elefanti volar!>>.. Per adesso abbiamo avuto un assaggio di  promesse/sogni/utopie da parte di quasi tutti i candidati ad un, chiamiamola così, “provocazione” di un prof-blogger di cui vi linko l’indirizzo dell’articolo: http://pietroalviti.wordpress.com/?s=10+domande

Spero che questa canzone non diverrà la colonna sonora dell’elezione ceccanesi 2012 perché sennò avremo la solita situazione gattopardesca. Credo che siano solo parole, far risorgere partiti morti da anni solo per la elezioni, o pubblicare giornalini e volantini, creare blog o account per controllare/rispondere le varie discussioni internautiche. Natura non facit saltus, la natura non fa salti. Salti?? Qui più che salti si vedono veri e propri giochi acrobatici circensi.  Ripeto, per ricordare proprio a tutti, <<Sono solo parole>> pubblicare continue inchieste o articoli su Ceccano e postarli di continuo sui social network e non intervenire mai in dibattiti pubblici, o peggio ancora, non essere intervenuti prima d’ora.

E che qualunque cosa accada, noi ci vediamo a casa.. (Dolcenera)

Cari amici non voglio annoiarvi troppo ma gli ultimi avvenimenti, un po’ mi hanno sconvolto devo dirvi la verità. La forza di un partito è più forte dell’amore del proprio paese. Io ho voluto scherzarci su con quest’articolo, ma sinceramente sono molto sconsolato quando si parla di politica locale. Non voglio un “governo tecnico”, voglio un governo responsabile. Non sto mica chiedendo la luna, voglio solamente far tornare Ceccano (la nostra casa) ai suoi vecchi albori. Chi non lo vorrebbe? Nel libro di Pennacchi, Canale Mussolini, un personaggio dice sempre questa frase per spiegare il comportamento delle persone: ognuno ha le sue ragioni. Prendete e portare a casa questa frase, ragionateci su e accertatevi che le vostre ragioni siano buone prima che sia troppo tardi.

Annunci

One thought on “Il Festival di San Remo ceccanese….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...