Quando la mancanza di senso uccide


di: GiPì

E’ tardi e dovresti uscire, passare ad altro ma hai appena sentito una notizia che ti ha colpito e la tua umanità ridesta la vena giornalistica che dormiva da un po’ per rendere partecipe qualcun’altro della tua rabbia, del tuo sdegno.
Nel quartiere multietnico di Torpignattara vive la famiglia di Zhou Zeng, cinese, 31 anni. Hanno un bar, il “New Cedrick”, sulla Casilina e anche questa sera l’hanno chiuso, a fine giornata, per tornare a casa. Sono in tre, oltre a sua moglie c’è sua figlia, nove mesi di vita in questo mondo cinico e disumano, lui la tiene in braccio. Vicini al portone di casa, vedono farsi avanti una coppia su uno scooter. Li hanno pedinati, quei due cercano l’incasso della giornata, circa tremila euro, nella borsa di lei. La feriscono con un taglierino, gridano qualcosa come “Vi ammazzo come cani!”, ma i due non mollano, i soldi restano nelle tasche del giubbino di Zhou Zeng.
Parte un colpo, un solo maledettissimo colpo, attraversa la fronte della bambina e si ferma nel cuore di suo padre. Lui muore sul colpo, la piccola in ambulanza. Poi iniziano i commenti la tragedia, le promesse della politica e i giudizi personali, poi inizia il dibattito, i discorsi da bar, le opinioni, ma quella storia resta. Una famiglia spezzata dalla follia omicida, insensata di due sconosciuti. E la vita perde di senso, ci ritroviamo di nuovo a chiederci perchè questo debba accadere, perché ciò debba essere così privo di senso e non ci resta che batterci nell’oceano della Peste collettiva, come il Dottor Rieux nato dalla penna di Albert Camus cercando di abbattere la mancanza di senso con la ferocia delle nostre battaglie, quella per un mondo più giusto, più equo, migliore. Per evitare di vivere in un mondo come questo non possiamo che sperare di costruire un altro mondo dove i valori che riteniamo degni delle nostre vite, siano rispettati come i capisaldi di una nuova umanità.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...