Fame di politica


Lettera aperta di Giovanni Proietta

Non so se si noti la differenza sul blog, anche se sono sicuro che i miei compagni di viaggio siano stati capaci nel proporvi riflessioni interessanti e ottimi spunti durante la mia assenza, ma è da un po’ manco dalle pagine del blog e dai dibattiti dei suoi membri. Non faccio mistero del fatto che a ridestare la voglia di esprimersi è stato proprio il motivo che mi aveva tenuto lontano, sei mesi di nebbia poco interessante, deprimente, sempre uguale, specie per uno studioso della politica che per un po’ ha rivolto il suo sguardo altrove. Non parlo solo dei foreign affairs ai quali aggiungerei la passione artistica che mi ha piacevolmente sollevato sopra questa melma per qualche settimana (e continuerà a farlo, per cui aspettatevi di tutto). La legge di gravità mi costringe, di nuovo, alla terra, amata e odiata.
Perché? Difficile dirlo tramite le parole ma impossibile, d’altronde, fare altrimenti. Dopo sei mesi di nebbia, nella prateria politica che ci si offre ho provato a contattare i compagni di sempre, delle solite battaglie, mosso da un rinnovato spirito, dalla “fame di politica” che, appunto, che mi spinge qui, ma non riesco a frenare le mie intenzioni davanti a quelli che ritengo cattivi percorsi. Errando discitur eppure talvolta sembra che il fascino di errare ci impedisca di audere. Come ho già fatto presente a Gianluca ritengo gli ultimi interventi, suoi e di Alessandro, per la rubrica “Segnali di Futuro” come l’ennesimo capitolo di un libro che ho già letto, un errore di stampa di cui solo io sembri accorgermi. Dove finiranno le eccellenti proposte, quali giovani potranno fare contenti se resteranno segregate sulle pagine di un blog? Non eravamo i primi ad affermare il dovere di fare politica (ripeto: fare politica, non parlare di politica)? La paura ci tiene a debita distanza dalla politica fatta, peccando, in questo, allo stesso modo dei nostri coetanei affetti da orticaria in presenza dell’argomento, e ci rifugiamo nella politica del dibattito: proficua, positiva, segno di democrazia, ma inefficace e incoerente.
Per questo annuncio ufficialmente che non resterò a guardare, spero non da solo, la scena politica attuale, non solo locale, quando sarebbe incoerente non esserci dopo tanti discorsi. Le nostre idee hanno bisogno di una rappresentanza e io mi premurerò di mettere le mie gambe e la mia testa al servizio di chi vorrà cambiare fattivamente questa società. Manifestazioni, buone proposte, moniti e pensieri non possono essere l’unico punto di un’agenda politica degna di questo nome se non si passa attraverso il momento della verifica democratica, della sfida elettorale. Non fare nulla equivarrebbe ad avvalorare le tesi degli attendisti, di quelli che “non si bruciano mai”, dei tromboni professorali che soffocano ogni volontà di agire con i loro sofismi asfissianti. Rompere con il cerchio delle discussioni inutili e cominciare, in ritardo, a fare qualcosa! Sarà questo il discutibile comandamento prossimo venturo di un deluso che non si sente rappresentato dalle istituzioni politiche.
Chiudo rivolgendomi ai ragazzi di Cambio Diverso cui questa lettera aperta è, principalmente indirizzata, rispondendo a coloro i quali giudicheranno indelicato il mio intervento in sede pubblica. Avrei potuto dire le stesse cose in tanti altri modi, magari prima di intervenire sulla pubblica piazza, ma credo, come ho ribadito recentemente nell’ennesima discussione facebookiana, che si possa cambiare idea solo quando le prese di posizione sono chiare, oneste e sentite, per cui ho creduto che il mezzo internautico fosse l’ideale per questa professione di fede.
A.A.A. : Cercasi…

Annunci

2 thoughts on “Fame di politica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...