Parco “Monte Siserno”: la nostra disobbedienza civile!


Di: Giovanni Proietta

30 luglio 2011 – Cambio (Di)Verso pulisce un Parco.

Se fossi un autore di cronaca basterebbero queste parole per dirvi quello che insieme ad altri ragazzi, sono stato capace di fare ieri. Le foto arriveranno in mio aiuto. Ma sono solo un’opinionista, per cui…

“Pulire un parco pubblico abbandonato insieme ad altri ragazzi come te, per il solo scopo civile di rendersi responsabili della cosa pubblica, è una sensazione che vale più di ogni adunata, di ogni elezione.”

Così ho iniziato su Facebook a ragionare sulla giornata di ieri. Ai politici di professione, attendisti e calcolatori noi rispondiamo con la politica vera, quella dei cittadini il cui impegno, seppure sembri paradossale, nessuno vuole valutare come semplicemente derivato da senso civico.
Senso civico: è questo quello che ci anima; nella dimensione massima del suo raggio di significato. Sanare le ferite di questa terra non può voler dire solo parlare, solo calcolare candidati e cifre parlando della gente al voto come fossero bestie da macello, da contare e smistare. Rossi e Neri, tutti uguali, parafrasando un giovane Moretti in Ecce Bombo.

All’impegno si risponde in modi diversi. Primi, in numero, sono quelli che non rispondono, mettendo quotidianamente la loro croce su quel partito dell’Indifferenza che ci porterà al totalitarismo del nuovo millennio. Poi vengono quelli che criticano perché non sanno cosa dire senza l’aiuto della loro categorie a compartimenti stagni dove tra buoni e cattivi non c’è posto per noi.
Infine quelli che escono dalle sale del dibattito e trasformano le parole ed i discorsi in fatti ed azioni, tangibili; senza aspettarsi di essere compresi ma con il solo scopo di smuovere questo terreno arido di volontà, nella perenne attesa del prossimo Super Man che risolva tutti i problemi della quotidianità. Mentre nei loro covi i politici ceccanesi trattano la nostra città come una torta da spartirsi ed i suoi cittadini come un gregge di pecore belanti, utili solo per dire “Sì” e ricevere in cambio buonipasto, noi per cui questa città è un cadavere stuprato ed i suoi cittadini vittime e carnefici da risanare anch’essi, prendiamo in mano il nostro rastrello e puliamo a fondo un parco, per pulire la nostra cittadina da tutto ciò che di vecchio resiste e riesce ad avvelenarla.

30 luglio 2011 – Cambio (Di)Verso pulisce un Parco.

Annunci

One thought on “Parco “Monte Siserno”: la nostra disobbedienza civile!

  1. Sono, no totalmente daccordo, ma ASSOLUTAMENTE daccordo. E’ un pensiero che mi trapana il cervello da 20 e più anni, perché è stato sempre così e non li sopporto più, perché poi qualcuno di questi va a finire pure in Parlamento. Immaginate che crema ne esce fuori!!! Basta: chiudiamo questo allevamento di cloni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...