La fine di Berlusconi non eliminerà i nostri problemi…


Nei giorni finali de” l’impero” Berlusconi ( o in quelli che tali sembrano essere) noto un’attesa spasmodica del giorno del giudizio, in un’aria di sottaciuta e ben nascosta euforia: finalmente la profezia Maya si sta avverando, anche Berlusconi invecchia e finisce di governare.

Io penso che in realtà sarà ben poco a cambiare, anzi la fine del berlusconismo (qualora ci fosse) non porterà altro che disinteresse e allontanamento ulteriore dalla politica dei giovani.

Non che per me Berlusconi sia un benefattore.

Penso ai ragazzi che quando c’è da parlare male del premier li trovi sempre pronti, quando si parla di democrazia, libertà e partecipazione un pò meno, quando si dovrebbe agire quasi per niente.

La convinzione che gli ideali di sinistra siano mercè rara nei cittadini, in concreto e non a parole, è ancora più forte oggi che qualcosa sta per cambiare: la fine è vicina, finalmente i topi balleranno.

Quello che la maggior parte degli elettori di centro-sinistra non ha compreso è che democrazia non è insultare verbalmente Berlusconi, non è cantare “Ho un rigurgito antifascista se vedo un punto nero sparo a vista” (99posse), non è sperare che l’avversario politico sia eliminato fisicamente o applaudire agli attentati al premier.

Essere di sinistra non vuol dire neanche essere contro la religione a prescindere, perchè se il dialogo è un fattore democratico, e l’articolo 3 un articolo della tanto amata Costituzione, definire ogni prete pedofilo o guardare con sarcasmo e disprezzo il cristiano credente non fa che ridicolizzare principi in cui io mi rispecchio ed a cui la sinistra dovrebbe ispirarsi.

L’importante è ora che cada Berlusconi, poi la democrazia verrà da se…

Purtroppo non è così cari sognatori di sinistra, sta a voi agire per la democrazia, questa volta Berlusconi non vi salverà…

Gianluca Popolla

Annunci

4 thoughts on “La fine di Berlusconi non eliminerà i nostri problemi…

  1. Almeno verrà “eliminato” il più grande e carismatico criminale degli ultimi 150 anni !!
    E credo sia un controsenso fare accostamenti politici e ideologici per quanto riguarda questa persona che ci governa (??) ..lui non rappresenta né l’ideologia di destra nè la libertà.
    Essere di destra non significa seguire imprescidibilmente tutte le persone che si definiscono di “destra”, tralasciando chi siano veramente e difendendoli anche dinanzi alla più lampante evidenza.
    E comunque, qualcuno mi spieghi come mai il primo ministro inglese Gordon Brown si è dimesso al primo accenno di scandalo, perchè il presidente degli USA Bill Clinton ha dovuto chiedere scusa a tutti i cittadini per lo scandalo Lewinsky, e perchè da noi questo non succede ??
    Gianluca, qui di ideologia politica c’è ben poco..un presidente criminale è pur sempre un criminale!

    PS riguardo quello che hai scritto nel punto: “Essere di sinistra non significa…”, ti devo dire che io ne ho conosciuti ben poche di persone schierate politicamente che la pensano in quel modo..di solito sono gli “agnostici politico-religiosi” a pensarla in quel modo.

    • Sarà un trionfo per la giustizia, ma non per la politica o comunque indirettamente per la politica visto che ha sempre (o quasi) governato fino ad oggi e solo una volta è stato sconfitto politicamente: questa secondo me è una sconfitta per la sinistra al di là delle considerazioni ideologiche.

      Sono d’accordo sulla riflessione ideologica e sul “difendiamo il nostro capo a prescindere”, e sui comportamenti differenti di altri leader internazionali, però oggi per me l’errore dell’elettore di sinistra è quello di centrare la propria attenzione solo sul berlusconismo (abbiamo molti esempi in comune) e nel momento in cui cadrà il premier non avranno parole da spendere sulla politica.

      Non faccio di tutta l’erba un fascio, però nella maggior parte dei casi vedo questo…spero davvero di sbagliarmi…

  2. Il processo sarà lungo, e credo che l’unico modo per portarlo avanti sia un modello “Prima Repubblica”, una specie di penta-partito. La destituzione (perchè sono di destituzione di deve parlare) eventuale di Berlusconi non avrà come conseguenza immediata il rifiorire dell’Italia, ma deve portare per prima cosa alla diffusione totale delle sue malefatte non politiche (i coinvolgimenti con le associazioni a delinquere per intenderci), alla presa di coscienza di come queste cose abbiano influenzato la politica italiana degli ultimi 20 anni.
    In contemporanea a questo processo tanto lungo quanto difficile c’è bisogno di un mutamento culturale degli italiani. Anche perchè emergeranno tante realtà disastrate soprattutto a livello economico e se (detto molto caro ad un dirigente politico) non ci si rimbocca le maniche e si continua a pensare in piccolo, in “federalista leghista”, rimarremo sempre nel nostro brodino di chiacchiere…

  3. Una precisazione: si attacca molto la sinistra perchè “non fa nulla”. La realtà è che l’elettore medio (e parlo in generale) deve soltanto parlare e si fa strumentalizzare da ciò che sente.
    Prendo ad esempio ciò che avviene nel centrosinistra. Il 25 ottobre 2009 Bersani è diventato segretario del PD in base al voto delle primarie, tempo pochi mesi e si è già sentito parlare di rottamatori, di nuove primarie, di leader e di elezioni. La discussione e il confronto sono il punto cardine di uno schieramento come il PD, ma bisogna smetterla di alimentare voci e malelingue. Bisogna remare verso una direzione comune nonostante le differenze, fare tutti la propria parte facendo un passo indietro quando serve, offrire il proprio contributo.. Altrimenti quello che si vuole, e cioè un partito con una verità assoluta, in Italia c’è già.
    Essere di sinistra non vuol dire essere contro la religione, tant’è vero che la cultura socialista e quella cattolica si somigliano molto. Una volta significava pensare con la propria testa. E invece…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...