Protesto per la legalità e non per le accuse del corvo…


Ieri alle ore17 circa presso il teatro comunale “Antares” si è svolta una conferenza sulla legalità a cui ha partecipato tra gli altri  Don Ciotti, presidente dell’associazione “Libera”, ed a cui erano presenti il Sindaco Ciotoli e l’Assessore alla cultura Pietro D’Annibale.

Insieme ad altri amici ho protestato per il rispetto della legalità che, come ha detto lo stesso Don Ciotti, non è un principio ma è, deve essere, un pre-requisito degli atti che compiamo quotidianamente..

Corvo o non corvo, non è questo il problema, almeno per ora: sulle accuse nei confronti dei nostri amminsitratori, sui presunti reati descritti nella lettera di cinque pagine sentenzierà la magistratura e non sarò pertanto io ad ergermi come giudice e non sarò io a condannare i presunti colpevoli, anzi presunti innocenti secondo il principio “in dubio pro reo” (nel dubbio a favore dell’accusato) sancito dalla nostra Costituzione.

La mia protesta è più generale e se permettete di più ampia portata: riconduce al suddetto pre-requisito di legalità e al principio di trasparenza, principi che lettera o non lettera, veridicità o meno delle accuse sono sempre da difendere e dai quali non si può prescindere in una società democratica.

Per questo protesto, e lo faccio per chi è assetato di verità, e non per gli accusatori a prescindere, e lo faccio per chi vuole dimostrare la propria innocenza in tutti i modi, anche e soprattutto istituendo una commissione d’inchiestan”tecnica” per raggiungere tale fine.

Protesto per difendere un principio e non per attaccare i partiti o l’amministrazione, protesto perchè voglio che la giustizia faccia il suo corso e accerti i presunti reati permettendomi o di togliere il “presunti” davanti ai reati o di etichettare le accuse del fantomatico Corvo come “insulse”, protesto inoltre perchè un Comune nel quale si organizzano convegni e conferenze per la legalità e nei quali si intitolano una piazza ed una Mediateca a “Peppino Impastato” non può rigettare la proposta di istituzione di una Commissione di tecnici esterni per accertare eventuali responsabilità politiche.

Protesto perchè non si può essere visti ogni volta come guastafeste o complici dell’opposizione  nel momento in cui esprimo il mio dissenso o divergenza; protesto perchè il Sindaco nel rispondere su tali questioni ha solamente etichettato come infami i diffusori della lettera senza però spiegare il no compatto della maggioranza alla Commissione.

Non credo sia una questione politica, non lo è, e lo sarà solo nel caso in cui i presunti reati siano accertati dagli organi competenti, evidenziando così tali responsabilità.

Perciò ora nè giudice nè proibizionista, ma solo un cittadino che vuole difendere la legalità.

Gianluca Popolla

Annunci

3 thoughts on “Protesto per la legalità e non per le accuse del corvo…

  1. Pingback: Protesto per la legalità e non per le accuse del corvo… | Ciociaria Notizie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...