Il nostro impegno…


Salve a tutti. Dopo il nostro intervento qui sul blog sul Castello Sindici, vi linko una notizia apparsa su “Ultimissime.net”.
http://www.ultimissime.net/Cronaca/CECCANO-Si-aprono-le-porte-di-Castel-Sindici.html

Speriamo di avere presto notizie e maggiori informazioni

Pierfrancesco Gizzi

Annunci

un progetto Comune


Quanto costa condividere un progetto ?

Sicuramente molto, soprattutto se a condividerlo sono persone di vedute politiche ben differenti se non opposte, almeno a livello nazionale.

Molte persone, tra cui anche nostri amici, credono davvero nella nostra strumentalizzazione ed altri pur non credendo a questa teoria, più che surreale direi, creano delle barriere invalicabili davanti all’effettiva volontà di agire per migliorare la nostra Ceccano, per farci sentire.

Molti, troppi rimangono chiusi nelle barriere partitiche limitando di fatto il loro intervento sulla gestione della cosa pubblica, cosa normalissima e fondamentale in una democrazia partecipativa come quelle “occidentali”.

Pertanto se “bianco” agisce in una determinata direzione, il “nero” rifiuta di partecipare, pur condividendo, per motivi di orientamento politico.

Possono persone di indirizzi politici diversi a livello nazionale agire nello stesso senso per uno scopo comune?

Possono temi come il degrado e l’inquinamento, che da anni provocano malattie e morti nella nostra città, non trovare la giusta considerazione per motivi politici con la “p” minuscola?

Io e gli amici del Comitato Ceccano Viva pensiamo che la città non sia divisa in due squadre per cui tifare, pensiamo che non si debba rinunciare ad usare la ragione per fedeltà ad uno schieramento politico, pensiamo che certi problemi non abbiano alcuna bandiera, anzi forse solo una,quella che dimentichiamo più spesso: quella della nostra città.

Vi chiediamo solo una cosa, condividiamo un progetto, in nome della Città di Ceccano e mettiamo da parte personalismi e ideologie deleterie al futuro della nostra comunità.

Gianluca Popolla

Comitato Ceccano Viva

Buon Compleanno Castel Sindici!!!!


“Il prezzo della libertà è davvero l’eterna vigilanza”



Alla viglia dell’anniversario della nostra irruzione nel Castel Sindici, abbiamo deciso di fare un bilancio della nostra missione, delle nostre interminabili file al Comune, del cavallo di battaglia della nostra battaglia che ha avuto l’onere e l’onore (tutto nostro) di portarci in risalto sule cronache.

Non ci dimentichiamo di Castel Sindici come qualcuno avrebbe voluto. Ad un anno dalla nostra irruzione qualche lavoro sembra essere partito. Il viale risulta più pulito e i lavori continuano, ma le cose che ci spingono a ricordare questo anniversario sono principalmente due.

Innanzitutto, senza fare inutili protagonismi, vorremmo ricordare (e ricordarci) che la nostra battaglia per un Castello fruibile alla popolazione ceccanese, finalmente aperto, ha avuto, in ultima analisi, un certo effetto, essendo stata capace di smuovere gli animi e le coscienze delle autorità e non solo. Ciò non vuol dire che ci metteremo ad osannare il lavoro svolto, ciò significa invece, che non riteniamo l’iter ancora concluso dopo anni di dimenticanza. Vogliamo ribadire che continueremo a vigilare,  in una città che dimentica facilmente e mai senza la sua volontà.

Giungo ora al secondo punto e qui chiedo direttamente allo stesso Comune che ci ha accolti benevolo nelle sue stanze disponibile al dialogo, se questo dialogo sia mai iniziato o se non sia giunto ora il momento di cominciare.

Avevamo chiesto notizie sul Castello, sullo stato dei lavori, e siamo qui costretti a chiedere di nuovo al Comune di inviarci maggiori informazioni sulle gare d’appalto, sui lavori in corso, onde cercare di colmare il vuoto istituzionale che si è venuto a creare in questo anno.

Sembra che tutti siano sempre pronti a riempirsi la bocca di giovani e di aiuto ai giovani quando ad ascoltare ci sono telecamere e giornalisti, passiamo dalla teoria alla praxis.

Giovanni Proietta

Comitato CeccanoViva